sito web

Intenet

Sito web buono o cattivo?

Sono stato nello sviluppo del web per quasi 20 anni. Durante tutto questo tempo, credimi, ne ho viste di tutti i colori. Siti web di straordinaria bellezza, vere opere d’arte… purtroppo inutili! E altri che, offrendo servizi di incomparabile rilevanza, davano l’impressione di essere fatti con la zappa.

Quando sei un utente medio, standard, della domenica, breve, un utente giornaliero come il 99% delle persone che usano Internet, è ovviamente difficile distinguere tra un buon sito web e uno meno buono. Dopotutto, non è il tuo lavoro. Oltre al tempo di caricamento che può essere molto perfezionato … non vediamo immediatamente le difficoltà che dovremmo affrontare se fosse il nostro sito web. E se, appunto, fosse il tuo sito web?

Il concetto del sito web

La creazione di un sito Web è molto più difficile di quanto possa sembrare a prima vista. Mi piace fare il parallelo con il gioco degli scacchi. È relativamente facile da giocare, ma per giocare bene è un’altra storia! Dovremmo chiederlo a Kasparov 😉

Con l’avvento dei sistemi di gestione dei contenuti (CMS) e dei servizi di web design, molti sono diventati designer. Alla fine e per sfortuna di molti, siamo rimasti con migliaia di siti web mal costruiti, inutili, addirittura decisamente dannosi perché contengono molte vulnerabilità nella sicurezza (e sono, molto probabilmente, contaminati dalla loro pubblicazione… eh sì!).

I miei “futuri clienti”

Mi capita di trovarmi di fronte a false buone idee durante le conversazioni con “i miei futuri clienti” (capirai più avanti…). In genere sono questi gli argomenti che mi espongono:

  • Mio nipote sa fare siti web, ci costerà poco…
  • Conosco un ragazzo che conosce un ragazzo che conosce un ragazzo …
  • Prenderemo un “template” WordPress, Joomla, ecc. e il mio segretario lo farà…
  • Avremo un “sito gratuito” con Wix, non vogliamo nulla di complicato…

Certo, non c’è nulla di male nel voler risparmiare denaro. Realizzare il proprio sito è un’ottima idea che incoraggio.

Il problema è che non puoi improvvisarti uno sviluppatore di siti web ;-0

g. kasparov

Sviluppare un buon sito web: la conoscenza richiesta

Per progettare un buon sito web, hai bisogno di conoscenze specifiche in:

  • HTML, PHP, programmazione CSS, ecc.
  • progettazione e grafica
  • marketing tradizionale
  • content marketing
  • ottimizzazione dell’immagine
  • scrivere testi
  • SEO
  • e in molte altre aree

In effetti, oserei dire che il 99,9% delle persone non ha questi requisiti. Io stesso non li posseggo tutti! Ecco perché ho un team di professionisti appassionati che lavorano con me!

Lo stesso vale per lo sviluppatore improvvisato. Tentare di progettare il sito da soli o farlo fare a un designer improvvisato (o inesperto) porterà inevitabilmente ad un risultato deludente e, probabilmente, ad una bruttissima avventura. Nonostante tutta la buona volontà del mondo, gli sforzi saranno vani. Alla fine, questo sarà sinonimo di frustrazione, perdita di tempo e denaro. Tuttavia, noi abbiamo perso un’opportunità.

Oops …!

Il 90% di coloro che ci hanno contattato, che facevano parte dei miei “futuri clienti” e che poi hanno adottato le soluzioni “economiche” che ho citato sopra, si sono resi conto del loro errore e sono tornati da noi.

“Questo è ottimo… ma come fai a sapere se un sito è ben progettato?”
 

6 cose da controllare per vedere se un sito web è buono … o no!

 

1 – Il testo

Il contenuto è la pietra miliare di un sito web di successo. Senza buoni contenuti non è possibile interessare i visitatori. Inoltre, gli strumenti di ricerca si basano sulla qualità dei contenuti (inclusi i testi, e non solo!), per assegnare al sito un risultato nella pagina dei risultati di ricerca.

I testi devono essere originali, non solo interessanti. In questo la duplicazione dei contenuti è più che fortemente scoraggiata, altrimenti il ​​sito web sparirà dai risultati della ricerca (o almeno sarà pesantemente penalizzato). Se i testi sono stati scritti da uno sviluppatore non professionista, è possibile che sia stato “ispirato”, a copiare un testo già pubblicato. Cambiare una parola qua e là non sarà abbastanza per ingannare Google …

Inoltre, un sito web con contenuti scritti appositamente per il cliente avrà tutte le possibilità di impressionare i suoi visitatori e fidelizzarli. Google ama i contenuti originali e promuove il loro posizionamento.

Lo stesso vale per la traduzione di testi. Una traduzione approssimativa non trasmetterà certamente l’idea del contenuto originale, quindi dell’azienda. Le sottili peculiarità di ogni lingua richiedono un’attenzione speciale.

Quindi, la prima cosa che devi guardare in un sito web e determinare se è un sito buono o cattivo è il suo contenuto. Testi senza errori di ortografia ispireranno rispetto e fiducia. Rispetto e fiducia, vuol dire un buon sito web!

  • Testi originali senza errori di ortografia, questa è un’indicazione di un buon sito web!

2 – Le immagini

Internet è pieno di siti Web con immagini a bassa risoluzione e ultra-pixelate o troppo pesanti. Inoltre, molti siti Web utilizzano immagini che sono viste e viste molte volte! Personalmente non ho il piacere o la pazienza di continuare su un sito come questo e allora ne cerco un altro. E di certo non sono il solo a fare lo stesso!

Un sito web ben progettato utilizzerà immagini di qualità e design emozionale. Le fotografie scattate da un fotografo professionista miglioreranno la consultazione. Questa è una seria opzione per la progettazione di un sito Web che avrà successo!

  • Le immagini di qualità e ben elaborate sono un segno evidente di un buon sito web!
immagine pixelataEsempio di un’immagine pixelata

3 – La tecnica e la tecnologia utilizzate

Per sviluppare un sito Web, ci sono diverse opzioni disponibili. Ma affinché un sito web sia veramente efficace, è imperativo che il proprietario del sito sia in grado di gestire il contenuto! Altrimenti, il sito rischia di “ristagnare” e nel corso delle settimane il contenuto sarà obsoleto. Ricorda questo: Google ama i contenuti recenti!

Quindi, utilizzando un sistema di gestione dei contenuti, un CMS (Content Managment System) è un ottimo modo per creare il tuo sito web e amministrarlo. WordPress è, di gran lunga, il più popolare di tutti, e questo, per una moltitudine di buone ragioni, soprattutto per la sua grande facilità d’uso (Leggi il mio articolo a riguardo: Perché usiamo WordPress per sviluppare i nostri siti web). Il proprietario del sito può, a sua discrezione, modificare il contenuto editoriale (modificare i testi, aggiungere foto, aggiungere un video, ecc.).

Tutto ciò, a condizione che il sito sia fatto da un professionista per garantire che gli elementi, i buoni, siano al loro posto e nei posti giusti.

  • Un sito che utilizza un buon sistema di gestione dei contenuti e informazioni aggiornate è probabile che sia un sito eccezionale!

4 – Ottimizzazione

“Non ti piacciono i tempi lunghi? A Google neanche…”

Un criterio SEO che Google prende in considerazione è la velocità di caricamento di una pagina web. Perché? Perché Google dice che un sito web che richiede più di 4 secondi per caricare non conserva l’interesse di un visitatore. Non lo indicizzerà nei primi risultati. Sì, lo so, è crudele… ma questa è la realtà.

Totalmente evidente per i visitatori, un sito web ottimizzato si caricherà alla velocità del fulmine, l’ottimizzazione è spesso necessaria per raccogliere preziosi secondi qua e là. Solo un professionista è in grado di proporre un’ottimizzazione. Queste sono procedure complesse che devono essere ben gestite o il tuo sito sparirà… o diventerà completamente irriconoscibile. Ad esempio, per un sito che utilizza un sistema di gestione dei contenuti, avere un plug-in nella cache è un’idea eccellente, che a volte è necessaria.

Un sistema di cache

Un sistema di cache consente di caricare “in anticipo” una pagina web. Quando un visitatore visita il sito Web, le pagine sono pre-caricate e visualizzate più velocemente. Il risultato può essere molto importante. Puoi andare da un sito che carica in 6 o 7 secondi a un sito che viene caricato in 3 o 4 secondi. A volte anche il risultato è ancora più importante.

Solo professionale!

In breve, lo sviluppatore del sito web professionale avrà con sé una gamma completa di strumenti di ottimizzazione e analisi per spingere un sito nella stratosfera in meno tempo rispetto a quello necessario per scriverlo! Questi strumenti non sono alla portata del primo arrivato e, come detto prima, devono essere ben controllati.

  • Un sito veloce è un sito web che soddisferà i visitatori!

5 – Indicizzazione

Per poter indicizzare correttamente un sito Web, dobbiamo dare un piccolo aiuto a Google. Anche se è un piccolo genio intelligente che sa riconoscere il testo duplicato, devi comunque dirgli cosa è importante e cosa è meno importante.

Un buon sito Web conterrà titoli e suggerimenti per la consultazione. I tag ben ordinati saranno un’indicazione importante per il SEO.

Su un sito web creato da un professionista, ogni pagina ha il proprio titolo per identificarla. Se i titoli sono simili su tutte le pagine … e lo vediamo molto spesso, è una pessima indicazione!

  • Un sito nella prima pagina di Google è probabile che sia buono!

6 – Hosting

L’hosting di un sito Web viene regolarmente trascurato. Spesso si pensa erroneamente che qualsiasi tipo di sistemazione vada bene. Se era così più di 10 anni fa, ora non lo è più. L’hosting di tipo condiviso non offre più potenza o velocità per i moderni siti di oggi, in particolare per i siti di gestione dei contenuti. E come abbiamo visto prima, un sito senza gestione dei contenuti non può essere considerato un buon sito web.

Un buon host offre un tasso di disponibilità superiore al 98%. Assicurati che questi server non siano sovraccaricati e che gli aggiornamenti di sicurezza siano applicati rapidamente. Monitora continuamente la stabilità delle sue strutture e l’integrità fisica dei suoi componenti.

Poniti la domanda: perché ottimizzare un sito se lo ospita su un server lento?

  • Un buon servizio di hosting gestito da specialisti è un fattore importante nel determinare la bontà di un sito web.

Conclusioni

Come avrai notato durante la lettura di questo articolo, è necessario padroneggiare diversi punti chiave per assicurarti di avere un sito Web potente e facile da usare. Indipendentemente dalla dimensione del sito, i sei punti discussi sopra sono l’inizio di un Web di successo.

In sintesi, per un sito Web da considerarsi buono, è necessario:

  • Testi originali privi di errori di ortografia
  • Contenere belle foto e un layout semplice, chiaro e arioso
  • Consentire di modificare facilmente il suo contenuto (dal proprietario)
  • Avere tag di sicurezza ben identificati e ben posizionati
  • Trovarlo sulla prima pagina di Google.
  • Stare in un server web veloce e sicuro

 

Spero che adesso tu sappia un po’ di più sulle differenze tra un sito web buono e uno cattivo? E ora … com’è il tuo?